24/02/14

750 anni di Carta Fabriano

 

 

Carta Fabriano - Medioevalis Web Commercial

Il brand della carta Fabriano festeggia quest’anno 750 anni. Nato in Italia nel 1264 è un marchio ricco di tradizione, che è riuscito, attraverso una storia esemplare, a resistere alle barbarie del tempo e alle difficoltà che dal Medioevo a oggi hanno interessato l’Italia. È raro parlare di un brand talmente forte da essere conosciuto da più di trenta generazioni. La carta Fabriano lega la sua storia a un piccolo comune omonimo in provincia di Ancona, luogo in cui nacque la cartiera. Il piccolo comune dell’entroterra marchigiano conobbe l’innovazione della carta grazie alla vicinanza con il porto di Ancona, famoso per la sua apertura agli scambi commerciali internazionali. Gli artigiani fabrianesi riuscirono a distinguersi in tutta Europa per il loro prodotto grazie ad alcune innovazioni da loro introdotte, come per esempio la filigrana (che permetteva l’inserimento di un segno distintivo all’interno del foglio, visibile controluce), la pila idraulica a magli multipli (gli stracci impiegati per la produzione della carta prima di quel momento erano battuti a mano) e l’utilizzo della gelatina animale per la collatura del foglio (facilita la scrittura e da maggior resistenza alla carta).
L’importanza del brand Fabriano nasce dall’innovazione che l’ha sempre contraddistinto tanto da essere scelto da artisti dal calibro di Michelangelo Buonarroti e Giambattista Bodoni; inoltre, la carta Fabriano è impiegata oggi per le banconote ed è diffusa in tutta Europa.

 

Ma da dove deriva il termine Fabriano? Esistono diverse possibilità riguardanti il significato del nome; la prima deriva da “Faberius”, il proprietario terriero del fondo dove venne costruita la città di Fabiano; la seconda dal fatto che, nel Medioevo, era molto diffusa l’attività dei fabbri, lo stemma della città, infatti, rappresenta tutt’ora un fabbro che lavora il ferro su un’incudine; la terza deriverebbe dalla fusione di due parole latine “Faber” e “Lanus” rispettivamente “Fabbro” e “Giano” il fiume da cui è attraversato il paese.

 

Per comprendere l'origine del nome della carta Fabriano, bisogna osservare lo stemma della città omonima.

 
Fabriano introduce per l’anniversario un marchio commemorativo che richiama subito il concetto di tradizione legato a questa marca: un carattere graziato e il 750 che spicca all’interno di uno stemma che conferisce importanza alla data d’inizio e attuale dell’attività. L’impiego del colore azzurro, inoltre, ha una duplice valenza perché – essendo “azzurro” un termine di origine araba – ricorda da un lato la diffusione della carta per mezzo degli arabi e dall’altro il significato simbolico che lo contraddistingue ovvero l’essere il colore simbolo della tradizione attraverso la creatività (aspetto che ha caratterizzato e che caratterizza il brand Fabriano dalla sua nascita fino ad oggi).

Il logo della carta Fabriano e quello lanciato in occasione del 750esimo compleanno del brand della carta.