17/07/2014 

Un logo diventato virale: Airbnb

 

 

Video di presentazione del nuovo logo della società Airbnb e la sua nuova immagine.

 

La società Airbnb offre un servizio di interazione tra proprietari di immobilii e gli utenti in cerca di alloggio.

Da poche ore sono state presentate le novità relative alla nuova identità del brand, con un logo nuovo e un nuovo sito, creato con molte aspettative tra le quali differenziarsi dalla concorrenza e comunicare al meglio i valori dell'azienda.

 

Di certo il reparto creativo che si è occupato del restylist non si aspettava che il nuovo logo diventasse un fenomeno virale del web.

 

Il nuovo logo della società Airbnb in un immagine del sito ufficiale.

L'intervento di brand identity effettuato dalla società vede uno stravolgimento del logo e una grande campagna mirata a diffondere i valori aziendali e lo sviluppo ancora più social del servizio. Il sito ufficiale offre anche la possibilità di personalizzare a proprio gusto il marchio della società e condividerla sul proprio profilo utente.

Sul web però si sta diffondendo l'immagine di "Bèlo" - questo il nome dato al nuovo logo - e spuntano le prime parodie e critiche per le immagini sexy che il marchio può suggerire. C'è chi ci vede un seno o un sedere femminile e chi, più pudico, una suora con le mani giunte o un cuore rovesciato. I commenti lasciati sui social network sono dei più diversi e fantasiosi, ma lasciamo spazio alla vostra immaginazione per trovarne di nuovi.

 

 

Confronto tra il precedente logo della società e il nuovo logo Airbnb.



Sul sito si legge: "L’identità è certamente più di un simbolo. Abbiamo quindi riprogettato l’intera esperienza Airbnb per rispecchiare al meglio le persone che formano questa community. La nostra visione condivisa di appartenenza si tesse in ogni punto di Airbnb. Abbiamo ideato nuovamente l’esperienza dell’utente nel web e nelle app per dar vita alla nostra nuova identità."

Chissà se in fase di studio i progettisti e la società si aspettavano che la loro "nuova identità" potesse scatenare una reazione del genere dagli utenti del web.

 

 

 

Leggi anche: 

I simboli sessuali: Ideogrammi di un alfabeto universale.