05/12/2017

I primi 60 anni del Brand ESSELUNGA in mostra

 
 

Esattamente il 27 novembre di sessant’anni fa, nel 1957, grazie a un accordo tra il tycoon americano Nelson Rockfeller e un gruppo di imprenditori italiani – tra cui la famiglia Caprotti – apriva a Milano il primo supermercato italiano, in Viale Regina Giovanna.


La "Fìdaty Card", carta fedeltà di Esselunga.

 


Vi è una storia curiosa all’origine del suo nome. Inizialmente, infatti, il negozio recava l’insegna “Supermarket”, con la S iniziale allungata nell’asta superiore per tutta la lunghezza della scritta. Tale peculiarità fu utilizzata vent’anni dopo, nel 1979, come spunto per uno slogan, che recitava: “Esse lunga, prezzi corti”. Proprio in seguito al successo della campagna pubblicitaria, e simultaneamente ad una ristrutturazione aziendale, il nome venne cambiato in “Esselunga”.

 

 

Uno dei mezzi dedicati al servizio a domicilio "Esselunga a casa".

 


Oggi la società a cui fa capo, la Supermarkets Italiani S.p.a., conta 154 punti vendita in diverse regioni italiane, e un fatturato che sfiora i 7 miliardi e mezzo di euro.

Esselunga ha deciso di festeggiare il suo 60esimo anniversario con una mostra spettacolo al The Mall a Milano, proprio nella città dove tutto ebbe inizio. Dal 29 novembre al 6 gennaio 2018, infatti, sarà possibile immergersi nell’affascinante storia della grande distribuzione, che a sua volta rispecchia l’evoluzione dei consumi (e dei costumi) degli Italiani negli ultimi sessant’anni.

 
 

Il primo punto vendita Esselunga, aperto in Via Regina Giovanna a Milano nel 1967.

 


Definita dall’azienda stessa “un percorso a metà tra una favola e un viaggio in un parco divertimenti”, promette di affascinare anche chi non ha ancora mai collezionato “punti fragola” o custodito una ”Fidaty Card” nel portafogli.

 

 

Un enorme trono a forma di fragola, in esposizione alla mostra.

 

 

 

2017 © Riproduzione riservata. Ogni commento, su grafica, disegni, colori, ecc.. presente sul sito ha carattere puramente descrittivo e informativo e non vuole in alcun modo essere denigratoria o lesiva per l'immagine oggetto dei suddetti commenti. Per suggerimenti su nuovi argomenti scrivere a redazione@brand-identikit.it.