10/03/14

Quattro modi per dire Firenze

 

 

È un grafico fiorentino – Fabio Chiantini – ad aggiudicarsi il concorso per il nuovo marchio del capoluogo toscano che, come dichiara l'assessore al turismo Sara Biagiotti "non sostituisce lo storico simbolo di Firenze, il giglio, ma verrà utilizzato a fini di marketing, promozione e cultura: a tale scopo la commissione ha scelto questo logo perché rappresenta Firenze come città dei popoli e nella sua unicità".

 

Tra le oltre 5.000 proposte, questa particolare esposizione tipografica su campitura rossa – tradotta in quattro lingue (latino, inglese, tedesco e spagnolo) – è stata selezionata da una giuria composta da specialisti del settore, giornalisti e docenti universitari.

 

Il nuovo marchio di Firenze.  

 

Nella progettazione di questo marchio, spiega lo stesso grafico "ho cercato di non andare nella direzione dei simboli che rappresentano da sempre Firenze; per questo ho giocato con la scrittura e con il modo in cui la parola Firenze è tradotta nel mondo".

 

A conferma di quanto la Bella Firenze sia da sempre amata in tutto il mondo, alcune delle proposte partecipanti al concorso sono arrivate anche da altri paesi, come per esempio Gran Bretagna, Francia, Germania, Stati Uniti e Brasile.

 

 

Servizio di Michaela Barilari - Notizie di Prato.  

 

 

DI SEGUITO ALCUNE APPLICAZIONI DEL MARCHIO